Pandemia Coronavirus

Monitoraggio indipendente GIMBE

Benvenuti nella pagina di monitoraggio dell'epidemia da Coronavirus (COVID-19) in Italia a cura della Fondazione GIMBE.

La dataroom viene alimentata dal 21 febbraio 2020 con i dati diffusi quotidianamente dal Ministero della Salute.

Dati aggiornati al 19 gennaio 2021

2.400.598 casi confermati dal Ministero della Salute al 19 gennaio 2021

Dimessi guariti

1.781.917

+21.428

Isolamento domiciliare

510.338

-11.293

Ricoverati con sintomi

22.699

-185

Terapia intensiva

2.487

-57

Deceduti*

83.157

+603

Persone Testate

71.881

+22.999

Rapporto Positivi / Persone Testate

14,6%

ieri 18,1%

* in attesa di verifica ISS.
Nota: Il numero tra parentesi indica la differenza rispetto al giorno precedente, per il "Rapporto positivi/persone testate" è riportato tra parentesi il valore del giorno precedente.

Borsa di studio Gioacchino Cartabellotta 2020

La borsa di studio “Gioacchino Cartabellotta”, istituita dalla Fondazione GIMBE nel 2015, viene assegnata nell’ambito del programma istituzionale GIMBE4young destinato a studenti, laureati, specializzandi, dottorandi di ricerca, titolari di borse di studio o assegni di ricerca di tutte le professioni sanitarie sino a 32 anni compiuti. «In occasione del 40° anniversario della scomparsa di mio padre – spiega il Presidente della Fondazione GIMBE Nino Cartabellotta – e grazie alla generosità di chi ha creduto in noi nel difficile anno della pandemia di COVID-19, abbiamo raddoppiato l’assegno di ricerca per finanziare un’edizione speciale della borsa di studio del valore di 10 mila euro». Tenuto conto della mission istituzionale della Fondazione GIMBE, dell’impatto della pandemia da coronavirus sul nostro Paese e dei valori che ispiravano la professione medica del dottor Gioacchino Cartabellotta, il tema della ricerca riguarderà la qualità delle evidenze scientifiche e la trasparenza dei dati per supportare le decisioni cliniche e di salute pubblica nella gestione della COVID-19. Le candidature possono essere inviate entro il 31 gennaio 2021 esclusivamente tramite il modulo online.


 

Relazione tra incidenza per 100.000 abitanti e incremento percentuale dei casi
Il grafico illustra il posizionamento delle Regioni in relazione alle medie nazionali di incidenza per 100.000 abitanti delle ultime 2 settimane (3 - 18 gennaio) e dell'incremento percentuale dei casi (12 - 19 gennaio).

I colori del grafico non si riferiscono in alcun modo a quelli delle aree di rischio identificate dal DPCM 3 novembre 2020.

Come si interpreta il grafico?

L’incrocio dei quadranti indica i valori medi a livello nazionale.

L’asse orizzontale indicato i nuovi casi (incidenza) per 100.000 abitanti nelle ultime 2 settimane. Questo valore permette di stimare quanti casi, in un determinato periodo, sono positivi e potrebbero quindi trasmettere il contagio. L’asse verticale rappresenta l’incremento percentuale dei casi nell’ultima settimana. Questo valore indica la velocità di crescita dei nuovi casi.

Pensando all’immagine di un lavandino, l’asse orizzontale indica la quantità di acqua contenuta nel lavandino (casi positivi in un determinato periodo, quindi i soggetti infetti e potenzialmente contagianti). L’asse verticale indica la velocità con cui l’acqua fuoriesce dal rubinetto. Più la vasca del lavandino è piena, più è alto il potenziale di circolazione del virus. Più velocemente esce l’acqua dal rubinetto, maggiore è il rischio che le misure di prevenzione adottate non siano efficaci.

Nei riquadri rosso e verde si posizionano le Regioni con numero di nuovi casi per 100.000 abitanti nelle ultime 2 settimane e incremento percentuale dei casi nell’ultima settimana, rispettivamente, superiori e inferiori alla media nazionale.

Nel riquadro giallo si collocano le Regioni con valori superiori alla media nazionale per nuovi casi per 100.000 abitanti nelle ultime 2 settimane (quindi con la vasca del lavandino più piena), ma con un incremento percentuale dei casi nell’ultima settimana inferiore alla media nazionale (l’acqua esce dal rubinetto meno velocemente).

Nel riquadro arancione si trovano le Regioni con valori inferiori alla media nazionale per nuovi casi per 100.000 abitanti nelle ultime due settimane (il contenuto di acqua nella vasca è minore), ma l’incremento percentuale dei casi nell’ultima settimana è superiore alla media nazionale (ovvero dal rubinetto fuoriesce l’acqua più velocemente con il rischio di strabordare nel riquadro rosso).


Casi attivi di COVID-19
Il grafico illustra la distribuzione regionale dei casi attualmente positivi al Covid-19 (ricoverati in terapia intensiva, ricoverati con sintomi, isolamento domiciliare).

Come si interpreta il grafico?

Le colonne del grafico rappresentano, in numero assoluto, le persone attualmente positive (ricoverati in terapia intensiva, ricoverati con sintomi o in isolamento domiciliare) nelle singole Regioni. È raffigurato, quindi, il bacino dei positivi – ossia di coloro che, se non correttamente isolati, potrebbero trasmettere il contagio - presenti in quel momento nelle diverse Regioni italiane. Da questo numero sono esclusi i guariti e i deceduti.


Incremento assoluto dei casi di COVID-19
Il grafico illustra i nuovi casi giornalieri di infezione da Coronavirus in Italia a partire dal 1 settembre 2020.


Casi di COVID-19: andamento giornaliero delle persone testate
Il grafico illustra il numero di persone testate e la percentuale di persone testate come positive per giorno.

Come si interpreta il grafico?

Le colonne azzurre (descritte dai numeri sull’asse di destra) si riferiscono al numero assoluto delle persone testate, ovvero dei tamponi eseguiti su un soggetto non ancora diagnosticato come positivo al Sars-CoV-2, escludendo invece tutti i tamponi eseguiti su soggetti già diagnosticati come positivi al virus che servono, invece, per verificarne la guarigione). La linea rossa (descritta dai valori percentuali sull’asse di sinistra) indica, in termini percentuali, quanti soggetti giorno per giorno risultano positivi sul totale delle persone testate. Un aumento del rapporto positivi/persone testate (linea rossa) indica un sovraccarico nel sistema di tracciamento e isolamento dei focolai.


Trend ricoverati con sintomi e in terapia intensiva
Il grafico mostra l'andamento dei ricoverati in area non critica e in terapia intensiva di pazienti positivi a COVID-19 in Italia.


Numero di operatori sanitari con infezione da Coronavirus in Italia
Il grafico illustra il numero totale di casi di infezione da Coronavirus tra gli operatori sanitari in Italia.

 

Fonti dati ufficiali

Governo Italiano

Protezione Civile

Ministero della Salute

Epicentro - Istituto Superiore di Sanità

Organizzazione Mondiale della Sanità

App Immuni

 

Vuoi rimanere aggiornato sul monitoraggio GIMBE dell'epidemia COVID-19?

 

 

Fonti di finanziamento

Questo servizio di informazione viene realizzato dalla Fondazione GIMBE senza alcun finanziamento pubblico o privato. Vuoi aiutarci?

Disclaimer

Questo sito è stato sviluppato per monitorare la pandemia di COVID-19.

La Fondazione GIMBE risponde esclusivamente a richieste inerenti l’elaborazione dei dati ufficiali raccolti nella dataroom e NON terrà in considerazione quesiti relativi a comportamenti individuali, relativi alla pratica professionale, allo sviluppo di farmaci, vaccini e dispositivi.

Contattaci

La dataroom GIMBE sull’epidemia COVID-19 viene utilizzata per attività di ricerca e divulgazione.

Sei un cittadino e ti interessano gli approfondimenti della Fondazione GIMBE per comprendere meglio le ultime notizie dall’Italia e dal mondo sull’epidemia da Coronavirus? Suggerisci elaborazioni di dati utili per la comunicazione pubblica.

Rappresenti una Istituzione? Richiedi alla Fondazione GIMBE specifiche analisi e proiezioni.

Contattaci: covid19@gimbe.org